Trekking estremo in Lapponia con ViewRanger

Posted on 03/12/2018

hiking in lapland.jpg

Tom Young in solitaria attraverso la Lapponia.

Abbiamo incontrato Tom Young, giovane esploratore inglese di 29 anni che ha completato in solitaria un epico viaggio a piedi di oltre 1200 KM attraverso la Lapponia e il Circolo Polare Artico. Vi raccontiamo la sua avventura.

Hai appena completato un viaggio incredibile, raccontaci tutto dall'inizio: come è nata l'idea?

L'idea è stata piuttosto semplice in realtà: volevo percorrere a piedi in solitaria tutta l'estensione di questa fantastica regione della Finlandia che è la Lapponia, ancora oggi una delle terre più selvagge e meno esplorate in Europa. Al termine del mio viaggio ho completato oltre 1200 KM buona parte sopra il Circolo Polare Artico.

Cosa ti ha spinto a partire?

Il viaggio è stato un'avventura personale per scoprire il confine delle mie capacità e vivere un'esperienza di autentica scoperta attraverso luoghi che non sono stati contaminati dalla nostra presenza e riescono ancora oggi a preservare un incredibile fascino di natura selvaggia. Vorrei servisse per aumentare la visibilità del movimento e concetto di "rewilding" in Inghilterra e in Europa: ridare alla terra che ci circonda una nuova possibilità di rivivere come ecosistema naturale. In Lapponia esiste ancora molta della flora e fauna che è stata spazzata via da altre regioni, inclusi orsi, lupi, linci, castori, alci e un'incredibile varietà di piante e uccelli.

Sei riuscito a completare il viaggio da solo? Quanti chilometri hai percorso in media ogni giorno?

Ho percorso oltre 1200 KM in solitaria e portando tutto l'occorrente nel mio zaino, per oltre 66 giorni a una media di circa 18 chilometri percorsi attraverso monti e laghi, fitte foreste e tundra dell'artide.

hiking lapland 1.JPG

Come sei riuscito a rifornirti di viveri e del materiale necessario?

Tutto l'occorrente compreso cibo, acqua e tenda erano nel mio zaino che pesava circa 26-30 KG. Ho sempre cercato di pianificare il viaggio a seconda delle mie esigenze e ogni due settimane facevo in modo di passare vicino a una strada o piccolo villaggio dover potevo rifornirmi di viveri e riposare quando necessario.

Quali sono stati i tuoi 3 luoghi preferiti lungo questo straordinario cammino?

Inutile dire che il panorama è stato quasi ogni giorno spettacolare ovunque mi trovassi, ma senza dubbio il luogo più suggestivo che ho incontrato è stato il Parco Nazionale Reisa in territorio norvegese: una sorta di enorme e ripida valle con numerose e meravigliose cascate e in mezzo fiumi e foreste di conifere e betulle. Ricordo anche l'abbondanza di lamponi e mirtilli selvatici che hanno arricchito le mie colazioni. Anche il Parco Nazionale di Sarek in Svezia è stato incredibile: un ecosistema incantevole dove fiumi scorrono da montagne e foreste glaciali, luogo ideale per osservare fauna come linci, orsi, alci e anche lupi.

Sono rimasto molto impressionato anche da Knivskjellodden, il mio punto di partenza, caratterizzato da enormi promontori rocciosi che sporgono verso il punto più settentrionale dell'Europa continentale.

hiking lapland2.jpg

Raccontaci l'episodio più sorprendente dell'intero viaggio? 

Quello che non mi aspettavo prima di partire è stata l'immensa cortesia di tutte le persone che ho incontrato. Sicuramente non è capitato di frequente ma tutte le volte che ho incontrato qualcuno mi sono sempre sentito accolto come un amico e ho ricevuto subito aiuto di qualsiasi tipo come può essere del buon cioccolato o una tazza di caffè caldo e persino una squisita cena. Questo mi ha lasciato ogni volta veramente colpito e direi rigenerato per affrontare il resto del mio viaggio.

hiking lapland3.jpg

Qual è stata la parte più difficile del viaggio?

Sicuramente le prime due settimane sono state incredibilmente difficili sia fisicamente sia mentalmente. Ero solo all'inizio, il mio fisico doveva abituarsi a quello che sarebbe diventato routine e sapere quanto ancora avevo da affrontare mi atterriva. Inoltre avere 24 ore di sole e temperature che hanno raggiunto i 35° hanno reso la prima parte del cammino molto più complicata del previsto.

Come hai usato ViewRanger e qual è la tua funzione preferita della nostra app?

Avere cartografia disponibile offline è stata una funzione semplicemente rivoluzionaria. Ho dovuto per forza di cose risparmiare la batteria del mio smartphone il più possibile, per cui ho quasi sempre impostato la modalità aereo con il solo GPS acceso, in questo modo anche grazie ai piccoli pannelli solari una carica completa mi è durata fino a una settimana intera. Anche offline con ViewRanger ho sempre potuto verificare la mia posizione, gestire tracce e percorsi e capire su mappa quale fosse la migliore località da raggiungere per accamparmi la notte o rifornirmi di viveri. In determinate occasioni ViewRanger è stato di vitale importanza: quando sei nella tundra più immensa e sconfinata senza alcun riferimento visibile e addirittura la nebbia ti avvolge, l'unico strumento che ti può guidare è la geolocalizzazione su mappa digitale, anche rispetto alla traccia ben visibile che stavo registrando, cartina e bussola non mi avrebbero sicuramente aiutato come ViewRanger è stata in grado di fare. Un'altra funzione molto utile è stata quella di aggiungere in anticipo e anche lungo il cammino punti di interesse in corrispondenza di villaggi o luoghi di ristoro. La possibilità di avere cartografia disponibile offline è stata semplicemente rivoluzionario.

hiking Lapland4.JPG

Ora che sei rientrato in Inghilterra stai lavorando ad un documentario sulla tua avventura?

Sì, collaboro con molte scuole per sensibilizzare al tema della salvaguardia dell'ambiente e sto lavorando al mio documentario per condividere la passione per l'avventura e l'escursionismo, spero sia pronto all'inizio del 2019.

Come possiamo seguirti e vedere il tuo reportage? 

Tutte le mie foto e resoconti delle mie avventure sono disponibili online al seguente indirizzo: www.tomyoungwildlife.com

Oppure basta cercare "Tom Young Wildlife" su Facebook & @tom_willy_young Instagram.

Profilo ViewRanger di Tom: my.viewranger.com/user/details/1325802

 


Previous Post

Next Post